KinesiA – Professionisti Kinesiologi Italiani Associati
aderisce a CONFASSOLISTICHE
Forma Aggregativa iscritta nell’elenco del MIMIT
ai sensi della Legge 4/2013

I NOSTRI CORSI SONO RIVOLTI A TUTTI I SOCI KINESIA. La partecipazione ad almeno 8 ore di formazione ogni anno è requisito necessario per il mantenimento dell’iscrizione all’Associazione dei Kinesiologi Professionisti, secondo quanto previsto dal piano di Formazione Continua delle normative vigenti.

ATTESTATI: per ogni corso sarà rilasciato un Attestato di Partecipazione valido per la Formazione Continua e Permanente ai sensi della L. 4/2013 e per il mantenimento degli standard qualitativi e di qualificazione professionale garantiti dall’Associazione dei Kinesiologi Professionisti KinesiA

MODALITA’ DI ISCRIZIONE: essere socio KinesiA per l’anno in corso, inviare iscrizione all’aggiornamento tramite modulo Contatti, indicando il numero di corso, e versare quota partecipazione al momento della conferma da parte della Segreteria

CONTATTI per INFO: info@kinesiologiprofessionisti.it  335.8740776

3-2023 INTRODUZIONE ALLE 5 LEGGI BIOLOGICHE – 8 ore online

Conduce Luca Bartolini, kinesiologo e consulente

Il corso offre elementi teorico-applicativi dei principi delle 5 Leggi Biologiche, permettendo d’integrare tali conoscenze con le discipline che utilizziamo nella pratica quotidiana.

PERCHE’

Nel nostro lavoro quotidiano con le persone veniamo spesso in contatto con fenomeni apparentemente inspiegabili: le 5 Leggi Biologiche ci offrono una diversa chiave di lettura. La loro conoscenza ci permette di osservare come ci muoviamo all’interno del caleidoscopio che la vita rappresenta, dentro e fuori di noi.

COME

Il corso offre elementi teorico-applicativi dei principi delle 5 Leggi Biologiche, permettendo d’integrare tali conoscenze con le discipline che utilizziamo nella pratica quotidiana. Verranno proiettate delle slides che faciliteranno l’apprendimento. Attraverso questo strumento di osservazione, scopriremo che ogni espressione del nostro organismo è una diretta richiesta dell’Essere Umano, che “abita” il proprio corpo come un vestito stretto. Tale richiesta ha il preciso scopo di indicare le giuste misure, che permettano al corpo di muoversi liberamente e di manifestare il suo immenso potenziale.

ONLINE
Sabato 30 settembre 2023
dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18

COSA FAREMO DURANTE L’INCONTRO

  • Cenni storici delle scoperte del dottor Hamer
  • Svegliarsi dall’ipnosi della “malattia”, l’utilità dei sintomi e/o della cosiddetta “malattia” per la sopravvivenza; descrizione del nuovo paradigma
  • Filogenesi, ontogenesi, risposte emotive, imprinting e percezione
  • Il rapporto tra psiche, cervello, organo
  • La DHS (Shock Biologico) e la curva bifasica; descrizione dell’Attivazione Biologica, differenze tra fisiologia ordinaria e fisiologia straordinaria
  • Funzioni specifiche della gestione del “boccone” (endoderma), la difesa dell’integrità (mesoderma antico), la struttura e le capacità (mesoderma recente), il contatto e la relazione (ectoderma)
  • Vedremo almeno un esempio per tessuto originario
  • Approfondimenti e domande

2-2023 L’ASCOLTO ATTIVO NELLA COMUNICAZIONE EMPATICA della professione di Kinesiologo – 8 ore online

Conduce Cristina Ombra, psicologa e pscicoterapeuta

La continua esposizione a colleghi e “clienti/pazienti” ci mette spesso a confronto con la nostra capacità di tolleranza, con i nostri entusiasmi e con le nostre frustrazioni.
Avvicinarci agli altri in modo empatico significa anche imparare a gestire i conflitti uscendo dalla logica del vincere o perdere e dell’aggressività, quindi in modo costruttivo, con la capacità di gestire emozioni come la rabbia, la delusione, il rancore.

PERCHE’
La comunicazione empatica è uno strumento prezioso in ogni ambito della nostra vita,
dall’ambiente di lavoro alla sfera sociale…

Il termine empatia deriva dal greco en-pathos “sentire dentro” e fa riferimento alla capacità di vedere il mondo attraverso gli occhi di un’altra persona aldilà della comunicazione verbale, cercando di comprenderne affetti, pensieri ed emozioni. Possiamo quindi considerare l’empatia come quel movimento che ci proietta verso l’altro, un effettivo accesso alla sua realtà per conoscere ciò che questi sente e sta vivendo. Essere empatici, tuttavia, non significa esclusivamente percepire e sperimentare le esperienze altrui poiché, a partire dal meccanismo di riconoscimento dell’altro, rielaboriamo anche il nostro vissuto e le nostre emozioni sotto nuovi punti di vista. In altre parole, questa dinamica ci consente di conoscere meglio noi stessi proprio grazie alla conoscenza dell’altro.

Se non si possiede già, l’empatia si può acquisire adottando alcuni accorgimenti, cercando di evitare tutti quei possibili errori che potrebbero interrompere la comunicazione. 

COME
Oltre la teoria, è fondamentale mettersi in gioco. Quando ascoltiamo attivamente è fondamentale essere in grado di leggere i segnali inviati dall’interlocutore e controllare quelli da noi emessi. Per questo motivo bisogna sempre tener a mente che oltre ad ascoltare i contenuti espressi attraverso le parole, si può “ascoltare” anche attraverso la comunicazione non verbale e l’osservazione di come questi contenuti sono trasmessi. Ma un ascolto attivo, per essere veramente efficace deve essere empatico; la tecnica del rispecchiamento empatico ci consente di comunicare all’altro la nostra presenza nella relazione dandogli la sensazione di essere ascoltato e compreso, in modo che si instauri un clima di fiducia. Ciò può avvenire solo attraverso l’attenzione ai contenuti e la comprensione degli stati d’animo, evitando di ricorrere a interpretazioni. L’utilizzo di segnali di contatto è un’altra tecnica per promuovere un ascolto di tipo attivo: sguardi benevoli, sorrisi, cenni di assenso con il capo o con il viso.  Tutto ciò evidenzia una presenza incoraggiante e rassicurante.

COSA FAREMO DURANTE L’INCONTRO

  • Esercizi pratici per riconoscere le emozioni
  • Sperimentazione dell’auto-empatia e dell’empatia con l’altro
  • Ascolto attivo, ascolto interno e ascolto nella relazione
  • Ampliamento delle capacità immaginative e creative per reagire meglio agli eventi e spostarsi dal controllo alla flessibilità
  • Aumento della consapevolezza dei propri conflitti e polarità interne come base per ogni cambiamento

ONLINE
Sabato 21 ottobre 2023 dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18

1-2023 STORIA DELLA KINESIOLOGIA E PROSPETTIVE FUTURE – 4 ore online

Ogni disciplina che si rispetti, sia essa innovativa o ortodossa, per reggersi saldamente nel vasto continente dello scibile umano deve, prima o poi, rendere conto alle sue origini. Ciò significa radicarsi nel substrato storico che ha dato origine ad un certo percorso di idee e intuizioni organizzate, poi, in metodi empirici.

Il vasto scenario della Kinesiologia, o per meglio dire delle “Kinesiologie”, necessita di prendere contatto con la propria storia. Una necessità urgente data dalla pluralità metodologica di numerosi orientamenti kinesiologici per troppo tempo divisi.

Ciao 👋
Benvenuto in KinesiA

Iscriviti alla newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.